Perché scegliere MAA

Forma storica di solidarietà istituita con la Legge ancora in vigore, le Società di Mutuo Soccorso si sono sviluppate alla fine dell’Ottocento; esse hanno inteso supplire alle carenze di un sistema sociale incapace di rispondere concretamente ai gravi disagi creati dalla disoccupazione.

La Costituzione della Repubblica Italiana dichiara solennemente, all’Art. 32: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività …”.

MAA assicura, ancora oggi, la risposta ai bisogni sanitari emergenti; copre le lacune e i disservizi che il S.S.N. presenta nelle diverse Regioni; svolge il mutuo soccorso come azione di reciproco aiuto, soccorrendo e assistendo i Soci meno fortunati nelle prestazioni del S.S.N.; ispira la cultura della prevenzione in opposizione al momento del bisogno, sia per infortunio sia per infermità.

MAA offre prestazioni di qualità a costi contenuti, competitivi e convenienti e paga puntualmente i rimborsi richiesti.

MAA presenta vantaggi collettivi aziendali per il datore di lavoro (l’Azienda che voglia sostituire l’aumento della retribuzione, tassabile, con l’adesione alla Società di Mutuo Soccorso, parzialmente detraibile) e per il singolo (il lavoratore che voglia confermare la sua adesione, dopo la cessazione del rapporto di lavoro, ovvero l’aderente a titolo personale). La norma che presiede alla detrazione parziale è l’Art. 51 T.u.i.r. (D.P.R. 917/86):  “1. … omissis.... 2. Non concorrono a formare il reddito: a) i contributi previdenziali e assistenziali versati dal datore di lavoro o dal lavoratore in ottemperanza a disposizioni di legge; i contributi di assistenza sanitaria versati dal datore di lavoro o dal lavoratore ad enti o casse aventi esclusivamente fine assistenziale in conformità a disposizioni di contratto o di accordo o di regolamento aziendale, che operino negli ambiti di intervento stabiliti con il decreto del Ministro della salute di cui all'articolo 10, comma 1, lettera e-ter), per un importo non superiore complessivamente ad euro 3.615,20. Ai fini del calcolo del predetto limite si tiene conto anche dei contributi di assistenza sanitaria versati ai sensi dell'articolo 10, comma 1, lettera e-ter)”. Si aggiunga, nel caso d’iscrizione individuale, che i contributi associativi sono detraibili dalle imposte, fino ad un massimo del 19% per € 1.291,14 (non più Art. 1 L. 3818/1886 ma Art. 15 D.P.R. 917/86, mentre è escluso il cumulo con altre detrazioni quali polizze, infortuni, ecc.: si tratta, quindi, di una detrazione di imposta.

MAA offre tre soluzioni “Corporate” (riservate alle Aziende) e quattro soluzioni "Retail" riservate ai singoli.

Top